lunedì 14 gennaio 2019

Mousse di pollo


Questo antipasto è possibile prepararlo anche con carne di faraona o di fagiano.
Si può lessare o arrostire in padella appositamente per la ricetta o utilizzare un quantitativo minore di carne arrosto o lessata avanzata, per meno persone.




Ingredienti  ( per 12 persone )

500 gr di polpa lessa o arrosto di pollo o altro volatile
100 gr di prosciutto cotto
250 gr di yogurt bianco intero (o 200 ml di panna da cucina)
100 gr di philadelphia o fiorello
50 gr di capperi
Sale

Per la decorazione

Noci, tartufi o prezzemolo
Dadi per un litro di gelatina per preparazioni salate




Preparazione

Inserire la carne, il prosciutto e i capperi in un frullatore e ridurre in poltiglia, usando il Bimby 10”/vel.8 spatolare e ripetere se necessario .

Unire gli altri ingredienti, amalgamare bene e aggiustare di sale, con il Bimby 15”/vel.5.
Spalmare su pane tostato e accompagnare con gherigli di noci o fettine di tartufo.




Per una presentazione più complessa sotto gelatina

Riporre l’impasto in frigorifero.
Preparare un litro di gelatina, secondo le dosi indicate nella confezione, oppure prepararla con il brodo del pollo e la gelatina in fogli ( metodo molto meno veloce ).
In uno stampo da plum cake, versare un centimetro di gelatina e far indurire.
Quando è pronta, decorare a piacere e ricoprire con un leggero strato di gelatina che deve essere fredda, ma non solida e non troppo liquida, perché altrimenti muove le decorazioni ( aiutarsi con un pennello ).
Foderare l'interno di un altro stampo da plum cake con la pellicola trasparente e introdurre il paté, pressando bene.
Aiutandosi con le mani, la pellicola ed una paletta larga, dare la forma di un parallelepipedo di dimensioni inferiori di un cm per parte rispetto allo stampo.
Con delicatezza capovolgere lo stampo con il paté sopra un vassoio, sfilare lo stampo e togliere la pellicola.
Capovolgergli sopra, lo stampo con la gelatina ben rappresa e rigirare il tutto, facendo in modo che il paté, cada al centro dello stampo.
Riempire gli spazi rimasti con altra gelatina e far rapprendere bene.
Immergere lo stampo in acqua molto calda per qualche secondo, affinché il paté si stacchi dalle pareti. Rovesciare sopra un vassoio.



domenica 6 gennaio 2019

Cioccolatini di torrone napoletano


Per il sapore molto forte di cioccolata, ho preferito fare una forma più piccola rispetto a quella consigliata da cookidoo. Ho raddoppiato la dose di cioccolata fondente per la copertura e aumentato la crema alla nocciola e le nocciole.




Ingredienti (per 45 cioccolatini)

200 gr di cioccolato fondente (al 70 % di cacao)
160 gr di crema spalmabile alle nocciole (nutella)
100 gr di cioccolato al latte
100 gr di cioccolato bianco
100 gr di nocciole spellate e spezzettate



Preparazione con il Bimby

Nel boccale:
cioccolato fondente a pezzi, 10”/vel.8, toglierne 50 gr e sciogliere il rimanente 3’/50°/vel.3, aggiungere quello tolto e mescolare 2’/vel.3.
Misurare la temperatura del cioccolato e attendere fino a quando non scende a 30°.
A questo punto versare il cioccolato nel primo stampino fino a riempirlo, capovolgerlo e versare il contenuto nel secondo stampino fino a quando avrà smesso di colare.
Ripetere l’operazione per i tre stampini, versando il cioccolato dell’ultimo in una tazza per microonde.
Ogni volta passare una spatola di metallo sullo stampo per pulire i bordi.


Un altro modo per foderare le formine di silicone scelte, usare un cucchiaino o un piccolo pennello e mettere in frigo a seccare.
Nel boccale:
cioccolato al latte, cioccolato bianco a pezzi, 10”/vel.8 e sciogliere per 5’/60°/vel.2, unire la crema alle nocciole 5”/vel.6, poi le nocciole 20”/antiorario/vel.4.
Riempire le formine di cioccolata lasciando circa un millimetro dal bordo, ripulendo se occorre con una spatola e rimettere in frigo a rassodare.
Quando l’impasto sarà indurito, fondere a microonde il cioccolato fondente avanzato, 600W per 3’ mescolare e ripetere se occorre.
Usando un cucchiaino, coprire i cioccolatini dalla parte inferiore, ripulire lo stampo con una spatola e porre in frigo per il rassodamento finale.
Per sformare, capovolgere gli stampini su un piano e attendere 20’ poi premere delicatamente e togliere i cioccolatini dalle formine.



Preparazione senza il Bimby


Per fondere i vari tipi di cioccolato consiglio il forno a microonde perché a bagnomaria si rischia che un po’ di acqua vada nel cioccolato, ottenendo un risultato peggiore.
Usare una potenza di 600 W, iniziare con 3’ mescolare e ripetere stando attenti a non scaldare troppo.
Il procedimento è uguale a quello descritto per il Bimby.

martedì 1 gennaio 2019

Cotechino su stella di polenta ai funghi


Questo è il mio cotechino versione 2019. Auguri!!!!



Ingredienti (per 4 persone)

500 gr di cotechino
100 gr farina di mais (ho usato la fioretto)
670 gr di acqua
80 gr di funghi porcini congelati
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di sale fino
Prezzemolo, olio, sale, pepe, lenticchie, tartufo

Preparazione

Cuocere la polenta il giorno precedente perché deve assestarsi.
In una padella antiaderente far soffriggere l’aglio con l'olio, aggiungere i funghi spezzettati, sale, pepe e portare a cottura su fuoco vivace.
Cospargere il prezzemolo tritato.
Cuocere la polenta e quasi a fine cottura unire i funghi facendo insaporire qualche minuto.
Versare velocemente in una teglia di 18 x 25 cm leggermente unta e far assestare il composto conservandolo in frigo.
Sformare sopra un tagliere e con uno stampino fare le forma preferite, io ho fatto le stellette, ma si può usare anche un semplice coppapasta o un bicchiere e fare dei dischi.
Mettere le stelle di polenta su una teglia antiaderente e arrostire sotto il grill per 20’ girare e grigliare per altri 10’.



Cuocere il cotechino e le lenticchie secondo le indicazioni del produttore.
Assemblare il piatto e condire con un filo di olio.

Cottura della polenta con il Bimby

Nel boccale mettere acqua, farina di mais e sale, 20”/vel.3, poi 35’/100°/vel.2 con il cestello al posto del misurino per evitare gli schizzi.
A fine cottura unire i funghi cotti e mantecare con una spatola.

venerdì 7 dicembre 2018

Biscotti vegani


Qualche volta, per motivi vari, capita di volere o dover eliminare dalla propria dieta cibi di origine animale, nei dolci questo è possibile sostituendo l’uovo con la lecitina di soia e il burro con l’olio.
Chiaramente il risultato non ha lo stesso sapore, ma è ugualmente gustoso e serve per togliersi la voglia di qualcosa di dolce senza danneggiare l’organismo.




Ingredienti (per 50 – 100 biscotti in base alla dimensione)

350 gr di farina 1 (nei vari esperimenti ho usato 200 gr di farina 1 e 150 gr di farina di farro integrale, oppure tutta farina 0)
150 gr di zucchero di canna
80 gr di acqua gelida
80 gr di olio di arachidi
10 gr di lecitina di soia
5 gr di bicarbonato di ammonio
3 gr di bicarbonato di sodio
5 gr di lievito per torte
Buccia di un limone (opp. 5 gr di polvere di buccia essiccata)
Vaniglia
½ cucchiaino di curcuma

A piacere 100 gr di gocce di cioccolato o uvetta.

Al posto dei due bicarbonati è possibile usare il comune lievito per dolci.

Preparazione con Bimby

Nel boccale mettere lo zucchero, la scorza di limone, la vaniglia, 10”/vel.10 e togliere.
Nel boccale mettere la lecitina 10”/vel.10, raccogliere sul fondo. aggiungere acqua, olio, 2’/vel.5, poi tutti gli altri ingredienti 40”/vel.5.
A piacere aggiungere le gocce di cioccolato o l’uvetta, preferibilmente a mano per non romperle troppo.
Fare con le mani piccole palline della grossezza di una noce o arrotolare tipo grissini e chiudere a ciambella.
Se l’impasto fosse troppo appiccicoso, utilizzare 2 cucchiaini oppure aggiungere uno o due cucchiai di farina fino a renderlo lavorabile.
Cuocere a 180° per 10’ a forno statico e 10’ ventilato.
Far raffreddare sopra una griglia e conservare in una scatola di latta.


Questi sono con gocce di cioccolata.

Preparazione senza Bimby

Sciogliere la lecitina nell’acqua.
Unire gli altri ingredienti e lavorare fino ad ottenere un impasto morbido, aggiungendo se necessario un po’ di farina.
A piacere aggiungere le gocce di cioccolato o l’uvetta.
Fare con le mani piccole palline della grossezza di una noce o arrotolare tipo grissini e chiudere a ciambella.
Cuocere a 180° per 10’ a forno statico e 10’ ventilato.
Far raffreddare sopra una griglia e conservare in una scatola di latta.


Questi sono a forma di ciambella.

giovedì 29 novembre 2018

Capesante con purè verde


Un delicato antipasto che può essere servito anche come secondo in dose più abbondante.
Con chicchi di melagrana è una presentazione carina per le feste di fine anno.




Ingredienti (per 4 persone)

300 gr di patate sbucciate
90 gr di spinaci puliti
100 gr di latte
8 capesante
100 gr di vino bianco
50 gr di brodo vegetale
½  scalogno tagliato a rondelle
10 gr di burro
Olio, sale, pepe
Ribes rosso o chicchi di melagrana o tartufo per decorare





Preparazione con il Bimby

Nel boccale mettere lo scalogno e l’olio 3’/120°/vel. 1.
Aggiungere vino e brodo, posizionare il cestello e mettere le capesante al suo interno, salare 10’/varoma/vel. 1.
Togliere le capesante e ricoprirle con il sughetto.

Nel boccale mettere patate e spinaci 2’’/vel.5 posizionare la farfalla, aggiungere latte, sale, 20’/95°/vel. 2.
Togliere la farfalla, mettere il burro, regolare di sale 10’’/vel. 4.

Disporre il purè nei piatti, aggiungere le capesante e il sughetto.
Dato che a me le capesante piacciono più saporite e colorate, le ho passate velocemente in un padellino antiaderente a fuoco forte.
Decorare con il ribes o chicchi di melagrana o tartufo e pepe macinato al momento.




Preparazione senza il Bimby

Lessare le patate e gli spinaci, passare al passaverdure, aggiungere latte, burro, sale e cuocere fino ad ottenere la giusta consistenza di purè.

In una padella far soffriggere lo scalogno nell’olio.
Aggiungere le capesante, insaporire, salare, spruzzare con il vino e poi con il brodo, cuocere pochi minuti.

Disporre il purè nei piatti, aggiungere le capesante e il sughetto fatto ritirare sul fuoco se necessario.
Decorare con il ribes o chicchi di melagrana o tartufo e pepe macinato al momento.



venerdì 23 novembre 2018

Brioche ai 7 cereali


Questa brioche è fatta con quasi 82% di farina ai 7 cereali che contiene anche semi di sesamo e di girasole.
Il risultato è decisamente soddisfacente sia come sapore che morbidezza.
E’ senza burro e con 2 sole uova distribuite tra 16 brioche per fare una sana e gustosa prima colazione.
Tempo complessivo con il bimby, c.a. 7 ore e mezzo, considerando che 6 ore e mezzo sono di lievitazione e 20' di cottura.


Ingredienti

450 gr di farina ai 7 cereali con semi di girasole e sesamo (Molino Spadoni)
100 gr di farina Manitoba
80 gr di latte
100 gr di yogurt bianco intero
2 uova
50 gr di zucchero di canna (se piacciono più dolci si può aumentare)
50 gr di miele
50 gr di olio 
10 gr lievito di birra in polvere (la bustina che si trova all’interno del sacchetto della farina ai 7 cereali)
8 gr sale


Preparazione

Versione Bimby

Nel boccale mettere lo zucchero di canna, 10”/vel.10 e togliere.
Sciogliere il lievito nel latte e yogurt, 1’/37°/vel.3.
Aggiungere la manitoba più 80 gr dell’altra farina, 1’/vel.spiga e lasciar lievitare 30’ fino al raddoppio.
Unire 200 gr di farina Spadoni, zucchero, 1 uovo, 1’/vel.spiga.
Unire 170 gr di farina Spadoni, miele, 1 uovo, sale, 3’/vel.spiga, mentre impasta aggiungere l’olio un po’ alla volta dal foro del coperchio.
Formare una palla, metterla in un recipiente oliato coprire e far lievitare a 28° per circa 3 ore fino al raddoppio.
Stendere con un mattarello su una spianatoia oliata e formare un cerchio di diametro 45 - 50 cm.
Con una rotella per pizza o un coltello a lama liscia tagliare16 spicchi.

Ad ogni spicchio fare un piccolo taglio perpendicolare alla base, mettere eventualmente una farcitura, arrotolare e appoggiare i cornetti sulla teglia coperta con carta forno con la punta messa sotto affinché non si aprano in cottura.  
Spruzzare con acqua e mettere la teglia nel forno spento ma con la luce accesa per far raddoppiare il volume a 28° per 3 ore.
Prima di infornare, spruzzare di nuovo con acqua o latte o spennellare con uovo sbattuto e spolverare con zucchero di canna semolato.
Cuocere nel forno statico, seconda guida dal basso, 180° per 20’ – 25’ e far raffreddare sopra una griglia.
Sono morbidissimi anche il giorno dopo, io però preferisco conservarli nel congelatore chiusi in un sacchetto e farli scongelare a microonde in 20” per averli tiepidi la mattina a colazione.

Per fare una preparazione ancora più veloce, invece di schiacciare il panetto dividerlo in 18 piccoli panini e arrotondarli bene, proseguire poi come sopra.



Versione senza il Bimby

Con un mixer polverizzare lo zucchero di canna.
In una impastatrice o a mano, sciogliere il lievito nel latte tiepido e yogurt, aggiungere la manitoba più 80 gr dell’altra farina, impastare e far lievitare 30’ fino al raddoppio.
Unire 200 gr di farina Spadoni, zucchero, 1 uovo e impastare, poi 170 gr di farina Spadoni, miele, 1 uovo, sale e mentre impasta aggiungere l’olio un po’ alla volta.
Formare una palla, metterla in un recipiente oliato coprire e far lievitare a 28° per circa 3 ore fino al raddoppio.
Stendere con un mattarello su una spianatoia oliata e formare un cerchio di diametro 45 - 50 cm.
Con una rotella per pizza o un coltello a lama liscia tagliare16 spicchi.
Ad ogni spicchio fare un piccolo taglio perpendicolare alla base, mettere eventualmente una farcitura, arrotolare e appoggiare i cornetti sulla teglia coperta con carta forno con la punta messa sotto affinché non si aprano in cottura.  
Spruzzare con acqua e mettere la teglia nel forno spento ma con la luce accesa per far raddoppiare il volume a 28° per 3 ore.
Prima di infornare, spruzzare di nuovo con acqua o latte o spennellare con uovo sbattuto e spolverare con zucchero di canna semolato.
Cuocere nel forno statico, seconda guida dal basso, 180° per 20’ e far raffreddare sopra una griglia.
Sono morbidissimi anche il giorno dopo, io però preferisco conservarli nel congelatore chiusi in un sacchetto e farli scongelare a microonde in 20” per averli tiepidi la mattina a colazione.

Per fare una preparazione ancora più veloce, invece di schiacciare il panetto dividerlo in 18 piccoli panini e arrotondarli bene, proseguire poi come sopra.


Versione a panino.





mercoledì 14 novembre 2018

Calamari ripieni di carciofi


I calamari sono molto versatili in cucina, così dopo averli fatti ripieni di zucchine, ho pensato che in questo periodo fosse più indicato usare una verdura di stagione e riempirli con i carciofi.


Ingredienti (per 2 persone)


500 gr di calamari
100 gr di carciofi già puliti
20 gr di parmigiano
20 gr di pane
1 spicchio di aglio
20 gr di vino bianco
30 gr di olio
1 uovo
500 gr di acqua
2 o più carciofi per il contorno
Prezzemolo, sale, pepe, scorza di limone.

Preparazione

Versione con il Bimby

Togliere le foglie dure ai carciofi, tagliarli a spicchi e metterli a bagno in acqua e limone.
Pulire i calamari, svuotare le sacche e togliere la pellicina.
Mettere nel boccale parmigiano, pane, aglio, prezzemolo, 10 sec. / vel. 10.
Togliere e mettere da parte.
Mettere nel boccale l’olio e i tentacoli spezzettati 3 min./120°/vel.1.
Vino bianco, 5 min./ varoma/ vel. mestolo senza il misurino.
I carciofi, 5 sec. /vel. 6, ripetere se occorre per ottenere un impasto omogeneo.
Aggiungere il trito iniziale, uovo, sale, pepe, 10 sec. /vel. 4.
Mettere l’impasto in una sac a poche e riempire le sacche dei calamari non completamente, chiudere l’apertura con uno stecchino.
Appoggiare i calamari ripieni su un foglio di carta forno, condire con poco sale, pepe, scorza grattata di limone, qualche goccia del suo succo e chiudere bene il cartoccio. Posizionare nel recipiente del Varoma.
Senza lavare il boccale, mettere l’acqua, chiudere con il coperchio e appoggiare sopra il varoma con il suo coperchio, 25 min. /varoma / vel. 2.
Condire con olio e servire con carciofi crudi tagliati a fettine o saltati velocemente in padella antiaderente con poco olio o cotti a vapore insieme ai calamari o fritti.

Versione senza il Bimby

Togliere le foglie dure ai carciofi, tagliarli a spicchi e metterli a bagno in acqua e limone.
Pulire i calamari, svuotare le sacche e togliere la pellicina.
In una casseruola far insaporire nell’olio i tentacoli spezzettati, aggiungere il vino e far evaporare.
Unire i carciofi tritati, parmigiano grattato, pane, prezzemolo, tutti tritati, uovo, sale, pepe e mescolare.
Mettere l’impasto in una sac a poche e riempire le sacche dei calamari non completamente, chiudere l’apertura con uno stecchino.
Cuocere i calamari a vapore o in forno o in una padella antiaderente.
Condire con olio e servire con carciofi crudi tagliati a fettine o saltati velocemente in padella antiaderente con poco olio o cotti insieme ai calamari o fritti.