mercoledì 10 gennaio 2018

Biscotti di frolla montata

E’ da un po’ che questi biscotti girano sul gruppo fb del Bimby, ma dato che sono super facili e super veloci da fare, ho deciso di pubblicare questa ricetta, con qualche modifica nell’esecuzione e qualche pignoleria...
Quelli chiari sono i classici, quelli marrone chiaro sono al caffè e quelli scuri al cacao.


Ingredienti ( per c.a 40 biscotti per un totale di c.a. 500 gr )

85 gr di zucchero
170 gr di burro
270 gr di farina
1 uovo
Vaniglia, sale.

Nel Bimby entra tranquillamente doppia dose, magari è opportuno spatolare durante l’impasto finale.
Io preferisco fare questa dose e farne un’altra al cacao, sostituendo 30 gr di farina con altrettanti di cacao amaro ed aumentando lo zucchero a 100 gr.
Si possono aromatizzare anche con polvere di caffè solubile 5 gr da aggiungere allo zucchero per renderla impalpabile.

Preparazione

Mettere nel boccale:
Zucchero 10 sec./vel.10
Burro 1 min./vel.4
Farina, uovo, vaniglia, sale 1 min./vel.4
Inserire l’impasto direttamente nella spara biscotti con l’aiuto di un cucchiaino senza riposo in frigo.
Attaccare la trafila scelta, appoggiare la spara biscotti sulla teglia senza imburrare o coprire con carta forno e formare i biscotti.
Cuocere a 180° per 15 min. tenendo la teglia poco sotto la metà del forno, per me la seconda guida dal basso.
Staccare delicatamente e far raffreddare sopra una griglia.
Si conservano benissimo nelle scatola di latta, ma durano pochissimo perché uno tira l’altro…

Se non si possiede la spara biscotti si può inserire l’impasto in una sac a poche con il beccuccio a stella e formare dei ferri di cavallo, o altre forme.
Volendo, da freddi si possono ricoprire a metà con del cioccolato fondente sciolto a microonde a w 600 ad intervalli di 3 min. mescolando ogni volta.
Li ricopro con un cucchiaino evitando di macchiare anche il sotto che si attaccherebbe alla griglia nella fase di essiccamento del cioccolato.
La ciliegina candita a le decorazioni di zucchero arcobaleno, si possono mettere anche in forno, mentre le perline argentate, vanno messe dopo la cottura e attaccate con una glassa, perché in cottura fondono e sono brutte da vedere.

sabato 30 dicembre 2017

Cotechino con lenticchie e patate duchessa

Anche quest’anno un modo diverso per festeggiare il capodanno a tavola.
Questo piatto l’ho presentato l’anno scorso e poi non ho avuto il tempo di scrivere la ricetta.

E’ possibile presentarlo sia come antipasto che come secondo.


Ingredienti

Cotechino
Lenticchie
500 gr di patate
800 gr di acqua
50 gr di burro
50 gr di parmigiano
2 tuorli
Sale, pepe, noce moscata

Preparazione con il Bimby

Presupponendo che il cotechino e le lenticchie vengano cotti come si desiderano, questa è una ricetta per le patate duchessa.
Mettere nel boccale il parmigiano a pezzetti 10 sec./vel.10, togliere.
Mettere nel boccale l’acqua inserire il cestello e riempirlo con le patate a pezzi, 25 min./Varoma/vel.1.
Togliere l’acqua, montare la farfalla, aggiungere le patate e il burro, 30 sec./vel.3.
Unire parmigiano, sale, tuorli, 30 sec./vel.3.
Con il composto riempire una sac à poche con il beccuccio a stella e formare delle roselline di diametro quanto le fette di cotechino direttamente sulla carta forno appoggiata sopra una teglia.
Cuocere a 180° per 20’.
Staccare le roselline delicatamente con una paletta e appoggiarle sulla fetta di cotechino appoggiata su uno strato di lenticchie.
Le roselline che avanzano possono essere messe accanto come contorno.

Preparazione senza il Bimby

Lessare le patate, schiacciarle con lo schiacciapatate, unire il burro e mescolare, poi gli altri ingredienti e mescolare.
Con il composto riempire una sac à poche con il beccuccio a stella e formare delle roselline di diametro quanto le fette di cotechino direttamente sulla carta forno appoggiata sopra una teglia.
Cuocere a 180° per 20’.
Staccare le roselline delicatamente con una paletta e appoggiarle sulla fetta di cotechino appoggiata su uno strato di lenticchie.
Le roselline che avanzano possono essere messe accanto come contorno.

lunedì 18 dicembre 2017

Stella di Natale con il Bimby

Ho già fatto questo dolce usando la planetaria, questa volta ho provato con il bimby e devo dire che il lavoro è decisamente più veloce.
Nelle dosi ho messo anche la percentuale dei vari ingredienti rispetto alla farina, in modo da agevolare i calcoli per un totale diverso.

Così vi fate anche un po’ di matematica… ;-)


Ingredienti

400 gr di farina W 400                                %
40 gr di farina di mandorle                       ( 10 )
150 gr di zucchero a velo                         ( 37,5 )
150 gr di burro                                         ( 37,5 ) 
120 gr di acqua                                         ( 30 )
50 gr di tuorli                                            ( 12,5 )
50 gr di uovo intero pesato senza guscio  ( 12,5 )
50 gr di cioccolato bianco                         ( 12,5 )
16 gr di lievito di birra                              ( 4 )
7 gr di sale                                                ( 1,75 )
10 gr di miele di acacia                             ( 2,5 )
1 stecca di vaniglia  

(Peso totale 1043 gr)

Glassa

albume                                          20 gr
mandorle tritate finemente           20 gr
zucchero   al velo                         40 gr

Polverizzare mandorle e zucchero insieme per qualche secondo vel. turbo.

Decorazione

25 gr di pinoli, 15 gr mandorle, 10 gr di nocciole, il tutto tritato grossolanamente, 5 sec./vel.5.

Stampo di carta

Da punta a punta cm 28 altezza cm 7.


Preparazione

Da effettuare il giorno precedente.
Mettere nel boccale lo zucchero, la stecca di vaniglia a pezzi e polverizzare 10 sec./vel.10, ripetere se occorre. Togliere.
Mettere nel boccale 100 gr di farina con le mandorle e polverizzare 10 sec./vel.10, ripetere se occorre. Togliere.

Ore 7

Mettere nel boccale 70 gr di acqua e il lievito di birra, 30 sec./vel.3, poi 100 gr di farina, 1 min./vel.3, raccogliere sul fondo e far triplicare per 30’ a 26°.

Ore 7:30

Aggiungere 50gr di acqua, 1 min./ vel.2.
Unire il miele, 100gr di farina e metà tuorli, 1 min./ vel. spiga. Far triplicare a 26°in circa 30’.

Ore 8

Smontare l'impasto 5 sec./vel. spiga.
Aggiungere 120 gr di farina alle mandorle, metà tuorli, 50 gr di zucchero, 60gr di burro morbido, 6 min./vel. spiga.

Ore 8:20

Mettere in un contenitore con coperchio e far triplicare per 1 ora e 30’ a 28°.

Nel frattempo fondere a microonde (600 W - 50" mescolare, poi 30" fino a quando è fuso ma senza scaldare troppo) 90 gr di burro e la cioccolata spezzettata, alla fine unire qualche cucchiaino di zucchero alla vaniglia.

Ore 9:50

Riprendere l’impasto sgonfiarlo e tenerlo in frigo per 20’.

Ore 10:10

Rimetterlo nel boccale e aggiungere l’uovo intero, la farina alle mandorle e lo zucchero rimasti, sale, 2 min./vel. spiga .
Avviare la macchina 6 min./ vel. spiga e aggiungere il composto al cioccolato un cucchiaino alla volta.
A questo punto, sollevando un pezzetto di pasta e allargandolo con le dita, è possibile effettuare la prova del velo che ci confermerà che l’impasto è pronto per la lievitazione finale.


Ore 10:20

Arrotondare l’impasto, metterlo nella ciotola di plastica e far riposare 30’.

Ore 11

Arrotondare di nuovo l’impasto e metterlo nello stampo, coprire con pellicola oliata e porre a 28° fino a che non raggiunge 2 cm dal bordo. 


Scaldare il forno a 180° e lasciare all’aria l’impasto per fargli formare una sottile pellicina in superficie. 

Formare la glassa, unendo gli albumi un po’ alla volta, in modo da ottenere una pastella fluida.
Poco prima di infornare, coprire delicatamente con la glassa usando una sac à poche e guarnire con la frutta secca spezzettata con un coltello.


Infornare nella parte più bassa del forno e passare a 160 - 170° per 50’- 60’.
(prova stecchino o temperatura al cuore 94°)

Spolverare con zucchero al velo.


domenica 10 dicembre 2017

Lasagne ai carciofi e stracchino

Ho preso questa ricetta dal sito Cookidoo del Bimby ma ho cambiato qualche ingrediente e il procedimento rendendolo più pratico.


Ingredienti (per 8- 12 persone)

500 gr di lasagne all'uovo fresche
1000 gr di latte
n° 10 ( 700 gr ) di carciofi puliti
250 gr di stracchino
100 gr di vino bianco
50 gr di parmigiano
70 gr di farina
50 gr di burro
30 gr di olio
1 spicchio di aglio
Basilico, prezzemolo, sale, pepe, noce moscata, dado vegetale


Preparazione

Con il Bimby

Introdurre nel boccale parmigiano, prezzemolo e basilico 10 sec./ vel. 10, togliere.
Mettere acqua fino a coprire le lame 5 sec./ vel.10 sciacquare.
Introdurre l’aglio 5 sec./ vel.5, olio 2 min./ 100°/ vel.1.
Unire i carciofi a spicchi 5 sec./ vel.5, mescolare, 5 sec./ vel.5 dado 3 min./ 120°/ antiorario/ vel.1, vino, sale, pepe 10 min./ 100°/ antiorario/ vel.1, senza misurino.
Unire latte, farina, burro, sale, noce moscata 13 min./ 90°/ antiorario/ vel.4.
Unire lo stracchino a pezzi, aggiustare di sale 10 sec./ antiorario/ vel. 4.
Preparare le teglie imburrate e predisporre sei strati alternati al condimento.
Cuocere in forno a 200° per 30 min. statico e solo alla fine, cospargere con il parmigiano aromatizzato.
Lasciar riposare almeno 15' prima di servire.

Senza il Bimby

Insaporire l’aglio tritato nell'olio, aggiungere i carciofi tritati, bagnare con il vino, evaporare, salare, pepare e portare a cottura.
Preparare una besciamella con latte, farina, burro, sale e noce moscata.
Mescolare tutto insieme e procedere come sopra.

La spiegazione è più breve, ma in realtà il Bimby semplifica notevolmente l'esecuzione.

sabato 2 dicembre 2017

Coda di rospo con purè e tartufo

La coda di rospo o rana pescatrice, è un pesce dalla polpa molto consistente.
Qui l’ho abbinata al purè di patate, fagioli zolfini e una buona dose di tartufo che se piace, sta divinamente bene con il pesce.


Ingredienti (per 4 persone)

800 gr di coda di rospo
800 gr di patate
4 cucchiaiate di fagioli zolfini lessati
150 gr di latte
500 gr di acqua
Tartufo (se c’è)
Olio, sale, pepe

Preparazione con il Bimby

Spellare la coda di rospo, togliere l’osso centrale e tagliare 8 medaglioni alti 3 - 4 cm, salare e pepare.
Legarli con uno spago sottile per mantenere la forma e appoggiarli sul vassoio del Varoma coperto con carta da forno bagnata e strizzata. Chiudere con il coperchio.
Mettere l’acqua nel boccale, unire 2 cucchiaini di sale, posizionare il cestello contenente le patate tagliate a fettine, 10 min./Varoma/vel. 1.
Posizionare il recipiente del Varoma contenente la coda di rospo 20 min./Varoma/vel. 1.
Togliere il Varoma e il cestello, vuotare il boccale, posizionare la farfalla ed aggiungere patate, latte, burro, sale, 15 sec./vel. 3.5.
Togliere lo spago dalla coda di rospo e servirla con il purè, una cucchiaiata di fagioli, qualche fettina di tartufo e una macinata di pepe.
Per un piatto più saporito, dopo la cottura al Varoma, far arrostire la coda di rospo in una padella antiaderente con poco olio o in forno sotto il grill per 5 – 10’.

Preparazione senza il Bimby

Preparare il purè nel modo usuale.
Spellare la coda di rospo, togliere l’osso centrale e tagliare 8 medaglioni alti 3 - 4 cm, salare e pepare.
Scaldare bene una padella antiaderente con olio e aggiungere i medaglioni per farli arrostire velocemente dalle due parti, proseguire la cottura per 10 – 15’ volendo in forno sotto il grill.

Togliere lo spago dalla coda di rospo e servirla con il purè, una cucchiaiata di fagioli, qualche fettina di tartufo e una macinata di pepe.

sabato 18 novembre 2017

Pane veloce

Pane veloce, ma anche lento… dipende dal tempo a disposizione.
Quello che conta è il quantitativo del lievito di birra, se viene messo come da ricetta base, il pane è pronto in due ore e mezzo, se si aumenta lo avrete cotto anche in un’ora e mezzo, se si diminuisce, può stare anche tutta la giornata.
Il vantaggio di questo pane è che non necessita di lavorazioni strane, impastatrici, formature… una mescolata veloce agli ingredienti e fa tutto da sé.
Questa ricetta è nota da tempo nel web, la mia è stata modificata nel tipo di farina usata e nei tempi di cottura che comunque dipende molto dal tipo di forno usato.
E’ possibile usare qualunque tipo di farina e viene sempre bene.



Ingredienti


400 gr di farina ai 5 cereali con semi vari
100 gr di farina 0
370 gr di acqua
30 gr di olio (se vengono usate solo farine bianche l’olio si può omettere)
12 gr di lievito di birra (l’ultima volta ne ho messi 3 gr e dopo 4 ore ho infornato)
5 gr di sale
1 cucchiaino di miele

Preparazione

In una insalatiera mescolare le farine.
Sciogliere il miele e il lievito in acqua tiepida, unirlo alla farina e mescolare brevemente, unire il sale e l’olio e mescolare ancora fino a non avere farina asciutta.
Il composto NON deve essere ben amalgamato ma grumoso.
Cospargere la superficie con altra farina.
Coprire con pellicola che non si attacchi al composto, oppure con un sacchetto di plastica gonfio, oppure come faccio io, metto nel forno a microonde senza coprire, così la temperatura è costante e non ci sono spifferi.
Usando meno lievito, ho creato un po’ di vapore caldo all’interno del fornetto, in modo da non far seccare la superficie del composto.
Questo è il composto al termine della lievitazione.


Dopo un’ora, accendere il forno a 250° statico e dopo 20’ calare l’impasto, che sarà bello gonfio e tremolante, usando una spatola in modo che non si capovolga, sopra un grande foglio di carta forno infarinata appoggiato ad una teglia leggera.

Con un tarocco infarinato, dividere il composto in tre filoncini, cercando di non sgonfiare la massa.


Infornare appoggiando la teglia sulla griglia più bassa e cuocere a 200° per 30’.

Abbassare la temperatura a 180°, con una paletta togliere i filoncini dalla teglia e spostarli sulla griglia, così asciugheranno meglio.
Cuocere per altri 30 – 35’ ma qui dipende dal proprio forno e da quanto il pane piace croccante.
Gli ultimi 10’ tenere un cucchiaio incastrato nello sportello del forno per creare uno spiffero e far uscire il vapore e mettere il forno ventilato.
Far raffreddare il pane in verticale.

giovedì 16 novembre 2017

Calamari ripieni di zucchine

Idea ripresa dal ricettario cookidoo del Bimby, con diverse modifiche, sia nella modalità di esecuzione che nelle quantità di alcuni ingredienti.
Il ripieno è molto saporito, ma dato che i calamari sono cotti a vapore, l’insieme risulta delicato.


Ingredienti (per 2 persone)

500 gr di calamari
150 gr di zucchine
30 gr di parmigiano
30 gr di pane
10 gr di capperi
3 filetti d’acciuga
1 spicchio di aglio
20 gr di vino bianco
30 gr di olio
1 uovo
500 gr di acqua
Prezzemolo, sale, pepe

Preparazione

Versione con il Bimby

Pulire i calamari, svuotare le sacche e togliere la pellicina.
Mettere nel boccale parmigiano, pane, prezzemolo, capperi, 10 sec. / vel. 10.
Togliere e mettere da parte.
Mettere nel boccale aglio, acciuga, 3 sec. / vel. 8.
Olio 3 sec. / 120°/ vel. 1.
Tentacoli spezzettati 3 min./120°/vel.1.
Vino bianco, 5 min./ varoma/ vel. mestolo senza il misurino.
Zucchine, 5 sec. /vel. 5.
Trito iniziale, uovo, sale, pepe, 10 sec. /vel. 4.
Mettere l’impasto in una sac a poche e riempire le sacche dei calamari non completamente, chiudere l’apertura con uno stecchino.
Adagiare i calamari ripieni nel varoma e ricoprire di carta forno bagnata il vassoio soprastante, dove mettere il resto del ripieno che sicuramente avanza, a piccoli mucchietti.
Senza lavare il boccale, mettere l’acqua, chiudere con il coperchio e appoggiare sopra il varoma con il suo vassoio coperto, 25 min. /varoma / vel. 2.
Condire con olio e servire con un contorno di carote e zucchine tagliate a julienne e saltate velocemente in padella antiaderente, con olio, oppure cotte a vapore insieme ai calamari.


Versione senza il Bimby

Pulire i calamari, svuotare le sacche e togliere la pellicina.
In una casseruola far insaporire nell’olio, aglio e acciuga tritati, unire i tentacoli spezzettati e insaporire.
Aggiungere il vino e far evaporare.
Unire le zucchine tagliate a cubetti, parmigiano grattato, pane, prezzemolo, capperi, tutti tritati, uovo, sale, pepe e mescolare.
Mettere l’impasto in una sac a poche e riempire le sacche dei calamari non completamente, chiudere l’apertura con uno stecchino.
Cuocere i calamari a vapore o in forno o in una padella antiaderente e con il resto del ripieno che sicuramente avanza, formare piccole polpette.
Condire con olio e servire con un contorno di carote e zucchine tagliate a julienne e saltate velocemente in padella antiaderente, con olio, oppure cotte a vapore insieme ai calamari.