giovedì 18 giugno 2009

Aspic di frutta

Un modo diverso per presentare la solita macedonia. Veloce e facile da preparare, in questo modo la frutta non si ossida cambiando colore e si può preparare con alcuni giorni di anticipo.
Nella ricetta ho elencato la frutta che ho usato, ma è possibile preparare la macedonia secondo le proprie abitudini e in base ai propri gusti.
I frutti che non si possono mettere sono kiwi, papaia e mango, perché contengono una sostanza che può decomporre la gelatina. Avevo letto anche dell'ananas, ma ho visto delle gelatine a base di frullato di ananas molto belle, quindi non è detto.


Ingredienti (per 9 stampini da budino)

1300 gr di frutta mista compresi i liquidi

Nella mia ho messo

1 mela
1 banana
2 pesche
80 gr di melone
150 gr di fragole
100 gr di ciliegie
spremuta di 2 arance, 1 pompelmo, 1 limone
50 gr di zucchero
10 gr di gelatina in fogli per 500 gr di spremuta

Preparazione

Tagliare la frutta a cubetti e bagnarla con un po’ di spremuta per non farla ossidare.

Mettere i fogli di gelatina a bagno in acqua fredda per 3', strizzarli leggermente, metterli in un recipiente con 2 cucchiai di spremuta di agrumi calda e farli sciogliere.
Aggiungere lentamente la spremuta rimasta.

Unire la macedonia alla gelatina e mescolare bene.

Distribuite la macedonia negli stampini da budino o in un unico grande stampo e tenere in frigo fino a quando il liquido non si è rappreso.
E’ possibile lasciare negli stampini anche qualche giorno, perché con la gelatina la frutta non si deteriora facilmente.

Scaldare gli stampini per sformarli sul piatto o con un panno bagnato in acqua calda o velocemente in una bacinella contenente acqua calda.

Accompagnare con gelato alla crema ( o per chi la preferisce, guarnire con panna montata ) qualche fogliolina di menta ed un grappolino di ribes od altro a piacere...

5 commenti:

Federica ha detto...

Decisamente ottima con questi caldi!!! baci!!

NIGHTFAIRY ha detto...

mmm...fresco e buono!

bruchina ha detto...

Grazie a voi!!!
Qua il gran caldo per ora è passato...
ciao!!!

Lorenzo Bruschi ha detto...

Certe volte mi chiedo se lei, un giorno, prenderà la benedetta iniziativa di aprire un ristorante! Altro che Filusè...marinerei la scuola solo per venire a degustare le sue prelibatezze! ^.^

bruchina ha detto...

Ma che carino!!!!
Fino a qualche anno fa lo diceva anche mio figlio (che si chiama come te) il problema è che al momento del pranzo e della cena mi piace anche sedermi a tavola con i miei ospiti ;-)
Ciao!!!