sabato 6 dicembre 2008

Ravioli croccanti ripieni di pesce

Un antipasto insolito per il contrasto piacevole tra la croccantezza della pasta fritta e l’interno morbido a base di pesce.
La pasta si può preparare per tempo ed eventualmente sostituire con pasta phillo.
L’alternativa più leggera è la cottura in forno al posto della frittura.

Ingredienti ( per 8 ravioloni )

Per la pasta

50 gr di farina
20 gr di acqua tiepida
5 gr di olio
1 gr di sale

Per il resto

150 gr di filetto di pesce ( orata, cernia, branzino o altro a disposizione )
200 gr di fagioli lessi ( io ho usato il fagiolino gentile dall’occhio )
Origano fresco o altra erba aromatica di proprio gusto
Olio, sale, pepe, burro.

Preparazione

Preparare la pasta lavorando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Coprire con pellicola trasparente e lasciar riposare per circa 2 ore.
Si può anche preparare per tempo e congelare.

In una padella antiaderente, far scaldare bene un po’ di olio, unire il pesce, salare, pepare e far cuocere per cinque minuti.
Aggiungere una noce di burro e con il sughetto che si forma irrorare il pesce, spolverare con l’erba aromatica tritata e togliere dal fuoco.

Lavorare la pasta con la sfogliatrice fino all'ultimo spessore e poi allargarla ancora con le mani, spolverando di farina, se necessario.
Dovrà risultare sottilissima, quasi trasparente.
Tagliare 16 quadrati e sovrapporli a coppie.

Schiacciare il pesce con una forchetta senza trasformarlo in poltiglia, metterne un cucchiaino abbondante sulla pasta e chiudere il quadrato su se stesso, pressando bene i lati con una forchetta.
Mescolare il pesce che avanza con i fagioli e condire con olio e pepe.

Friggere i ravioli in abbondante olio bollente e servirli subito, accompagnati dai fagioli.

10 commenti:

niki ha detto...

Devono essere semplicemente deliziosi!
E io continuo a dirmi che un giorno potrò finalmente cimentarmi con le tue fantastiche ricette di pesce!...............

bruchina ha detto...

Grazie!!!
Questi almeno con la frittura, la cottura è completa, niente rischi di infezioni...
ciao!!!

ivana ha detto...

Che strano...sembrano i nostri gnocchi fritti, o altri cassoni emiliani romagnoli, che però vengono serviti diversamente, come antipasto o come pane con salumi, come fingerfood!
Davvero curiose le varie usanze!!!!
Ma col pesce deve essere davvero ottimo.
Anche qui si possono fare tortelloni col pesce, ma vanno sempre lessati in acqua, poi conditi!

Da prendere subito in nota!!!
Ciaooooooo!!!

bruchina ha detto...

Ivana, anche questo è un antipasto o stuzzichino, ma non è una usanza di queste parti.
Quando faccio i ravioli di pesce come primo piatto, è pasta all'uovo e naturalmente li lesso prima di condire.
Grazie e ciao!!!

ivana ha detto...

Scusami Roberta!
proprio una svista!!!!
Il nome ravioli mi ha sviato!!!!
Buona domenica!!!!
inana

bruchina ha detto...

Hai ragione anche tu Ivana, proprio ieri sera, in un locale ho mangiato un piatto chiamato "ravioli" ma avevano la forma di cannoli, ti dirò che mi son stupita...
ciao!!!

biringani ha detto...

Ciao Roberta ,faccio qualcosa di simile ma usando come ripieno della carne tritata e speziata.Li ho fatti anche ripieni di mango leggermente cotto e profumato alla cannella. Mi hai dato una idea splendida, non ho mai pensato al pesce.Farò passare le feste di Natale e poi proverò
Adelaide

bruchina ha detto...

Si!! è una pasta che si presta a molti tipi di ripieno.
ciao!!!

paola6540 ha detto...

anche questi veramente una cosa sublime....chissà che non mi stampi immediatamente la ricettina e vada a vedere se trovo qualche cosa da mettere dentro alla pasta....brava roberta!!

bruchina ha detto...

Questa pasta la trovo molto versatile anche per altri ripieni.
ciao e grazie!!!