martedì 14 ottobre 2008

Tartare di manzo

A forza di cucinare pesce, nella mia famiglia c’è qualcuno che inizia ad accusare crisi di astinenza da carne e chiede lasagne alla bolognese e trippa…
Per il momento iniziamo con qualcosa di molto più leggero e che a me piace molto, poi vedremo…
La ricetta classica prevede molti ingredienti, io preferisco lasciare alla carne molto del suo sapore naturale, usando poco condimento.

Ingredienti (per 2 persone)

300 gr di filetto di manzo di ottima qualità
2 spicchi di aglio piccoli
Sale, pepe, olio, aceto, prezzemolo

Preparazione

La carne per la tartare, non va assolutamente passata nel tritacarne, perché nel meccanismo viene anche spremuta, sfibrata e riscaldata e così perde parte del suo sapore e colore.

La carne va battuta a punta di coltello, prima si taglia a stricioline poi si ritaglia a cubetti e infine si conclude il lavoro come si dovesse preparare un soffritto.

Naturalmente è scontato che occorre un coltello degno di tale nome.

Una volta terminato questo lavoro, si condisce con gli altri ingredienti, in base al gusto e mangiata presto, perché altrimenti cambia colore.

Io l’ho accompagnata con fagiolini lessi, maionese aglio e prezzemolo.

6 commenti:

ivana ha detto...

Ciao Roberta,
anche questa è un classico, e tu lo sai presentare davvero nel modo giusto!
Anch'io ci tengo a questa preparazione manuale, anche se da tantissimo tempo non la faccio, usiamo poco il manzo. Crudo non lo presento, i bambini non gradiscono!
Grazie, me la noto in questa versione semplice!
Ciao!
ivana

Anonimo ha detto...

Il mio compagno la mangia così . Lui la chiama "alla cannibale" Io preferisco la classica tartara alla francese , ma senza l'uovo.
Ciao Rob.
Trudy

niki ha detto...

Dario adora la carne cruda. Ma qui è un suicidio!
La carne, oltre ad essere di qualità infima, va stracotta, per essere sicura!
Un abbraccione Niki

bruchina ha detto...

@Ivana
era molto tempo che non la facevo, ora però ho trovato una macelleria di fiducia e non ho resistito.
Comunque ai bambini non la darei mai, sono troppo delicati, dovessero prendere qualcosa...
ciao!!
@Trudy
effettivamente anche quando mangio la fiorentina mezza cruda un che di cannibale ce l'ho..
ciao!!
@Niki
oh!!! mammamia!!! (inteso come esclamazione...)
non mi verrebbe mai in mente di mangiarla dalle tue parti...
cuoci cuoci...
ciao!!

Anonimo ha detto...

Ciao Roberta,
complimenti tu cm me e alte persone capisci che la tartare è 1 piatto dal sapore sublime e delicatoper questo voglio darti 1 consiglio, ke 6 libera di non accettar ovvimente. cm rzza di mano prova ad acquistare il filetto fassone piemontese, è più morbito,chiaro e profumato. la tartare su questo bovino ne esalta l'aroma...buon divertimento...ciao

bruchina ha detto...

Seguirei molto volentieri il tuo consiglio se solo lo trovassi in vendita, da noi trovo molta chianina...
Ho avuto modo di gustare questo piatto al castello di Grinzane Cavour e l'ho trovato "divino" !!!
ciao!!!