domenica 5 aprile 2009

Colomba al cacao

Dopo molti tentativi poco convincenti ma ugualmente mangiati, ecco che finalmente sono riuscita a fare la colomba al cacao.
Per abbreviare i tempi è possibile partire direttamente dal secondo impasto unendo gli ingredienti del primo.

Ingredienti (per una colomba da 1 kg)

I Impasto
Acqua 70 gr
Farina Manitoba 120 gr
Lievito di birra 1 gr

II Impasto
Farina Manitoba 180 gr
Lievito di birra 15 gr
Acqua 50 gr
Uova 50 gr
Zucchero 100 gr
Burro 90 gr

III Impasto
Farina Manitoba 90 gr
Cacao amaro 40 gr
Malto 4 gr
Miele 40 gr
Uova sbattute 70 gr
Zucchero 35 gr
Sale 4 gr
Nocciole tritate 15 gr
Burro 45 gr
Vaniglia 1 bacca

Glassa
Albumi 30 gr
Nocciole tritate 40 gr
Zucchero 80 gr

Decorare con granella di zucchero.

Preparazione

Preparare il I impasto e far lievitare per 6 - 8 ore a 18 - 20° ( deve triplicare ).

Il peso delle uova può essere arrotondato con tuorli perché dipende dalla loro dimensione.

Sciogliere il lievito nell'acqua rimasta, aggiungere un po’ alla volta gli ingredienti del II impasto al I e lavorare bene.
Far lievitare coperto per 2 ore a 28-30°, ( deve raddoppiare ).

Aggiungere un po’ alla volta, gli ingredienti del III impasto e lavorare bene.
Far riposare per un’ora a 28-30°.

Mettere l’impasto in uno stampo per colombe da 1 kg e far lievitare coperto per 2 ore a 28-30°,
( deve triplicare ed arrivare fino al bordo dello stampo ).

Coprire di glassa e granella di zucchero e cuocere a 170° per 40’ - 50' fare la prova stecchino.

In alternativa si può cuocere senza glassa, poi una volta raffreddata si copre con una cioccolata fluida e cioccolata grattugiata.


14 commenti:

Anonimo ha detto...

quest'anno non ho voglia di lunghe lievitazioni per cui mi prenoto già per la pasqua 2010| :)) francy

Federica ha detto...

Ma è bellissima! bravissima! complimenti!

maresa ha detto...

Grazie Roberta, aspettavamo la pubblicazione di questa tua colomba, facciamo in tempo a proporla per Pasqua
Maresa

bruchina ha detto...

Grazie a tutte!!!
@Francy
è vero, per il tipo di lavorazione è noiosa, come ho scritto nella presentazione è posssibile togliere un impasto, di meno penso sia meglio di no.
@Maresa
e io spero di trovare il tempo per fare anche quella classica, ancora due giorni...
ciao!!!

Sergio Gallo ha detto...

Ciao Roberta ti è avanzana una fetta per me ? Sono riuscito anche a fare il blog. http://sergio-gallo.blogspot.com/
un saluto Sergio

bruchina ha detto...

Quella è già finita da una settimana, ne ho ancora un po' di quella classica che mi è venuta altrettanto buona!!!
Hai visto come è facile fare un blog???
Ora si che devi darti da fare a fotografare....
ciao!!!

niki ha detto...

Roberta... da svenimento!
Per quello che riguarda il mio post, ti rispondo qui. Voi ragazze non vi rendete conto della SCALA dei problemi. In Italia buttano le immondizie? Qui e' un intero paese immondezaio. Sono malata, non posso girare, se potessi ti farei vedere che qui, il fiume di KTM è messo peggio della peggiore discarica italiana. Il mio giardino, per bonificarlo, in 4 persone 4, lavorando tutti i giorni 8 ore (giardino di circa 500 mq) ci abbiamo messo un mese! E, perché tu capisca meglio, siamo in una zona (Chundevi) che può solo essere paragonata alle ville dell'Appia antica a ROma! Renditi conto che cosa può essere il resto del paese. Per quest'estate si aspettano una pandemia di colera e altre delizie simili. I livelli di arsenico nell'acqua della valle sono 100 volte superiori ai livelli tollerabili. Ti basta? O ancora paragoni l'Italia a questo disastro? Davvero, tu non mi credi, ma venire qui, o in India, o in unaltro di questi "paesi" ti fa vedere l'ITALIA COME UN PARADISO!

bruchina ha detto...

Cara Niki, con la mia mail non volevo assolutamente mettere in dubbio le tue parole, le foto che pubblichi sul tuo bellissimo blog sono più che eloquenti. La mia era solo una polemica nei confronti di quelle persone che HANNO una cultura diversa dai tuoi concittadini, ma che si comportano quasi allo stesso modo...
Cerca di guarire presto, ciao!!!

niki ha detto...

Roberta, scusami, è un periodo duro per noi. Siamo perfino senza acqua. E' come se lo spazio per una vita decente si stia restringendo. E io sto diventando isterica. C'è caldo, secco, polvere e senza acqua.... lo so non è una giustificazione e quindi mi scuso!
Sei un tesoro!
Un bacio Niki

meandfrankieavalon ha detto...

Wow!!!
Anche io ho provato a fare per la prima volta nella mia vita la colomba! Fuori e' bella, non so ancora dirti se e' buona...
La tua e' bellissima!

bruchina ha detto...

Grazie!!!

Maria ha detto...

Ciao Roberta, a proposito di dolci pasquali... sbaglio o non c'è la ricetta della schiacciata all'anice? Ormai sei tu il mio punto di riferimento per le tipicità locali! Un saluto e grazie!

bruchina ha detto...

Hai ragione!!! Non ho messo la schiacciata perché non è tra i miei preferiti, in famiglia viene fatta da sempre da mia suocera e io non me ne sono mai curata. Ne esistono di due versioni, la sua, messa nello stampo molto liquida e dall'aspetto di una alta torta e quella che una volta ho fatto io, messa nello stampo come un panetto di pizza, dall'aspetto di pan brioche, in entrambe, niente anice perché qui non piace a nessuno, però ognuno è libero di mettercelo. Se troverò il tempo, magari la metto, è un po' lunghina per il numero di lievitazioni... grazie per i complimenti, ciao!!!

Maria ha detto...

Grazie Roberta. IO ho provato la versione panbrioche, diciamo così e i risultati sono sempre stati parecchio graditi. Il fatto è che impasto a mano, per cui il panbrioche è più gestibile. Anzi, la ricetta che avevo trovato non prevedeva tutta manitoba e devo dire che la prima volta è stata un'impresa gestire la situazione. Infatti poi l'ho modificata a modo mio. Non si può usare la farina normale per lievitazioni così lunghe.Aspetto la tua versione. Grazie a ncora e complimenti!