lunedì 10 agosto 2009

Sfoglia sottile

Questa sfoglia è molto friabile e va manipolata con delicatezza, la uso al posto della pasta phyllo perché mi diverte far le cose da me.
Si può usare sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate, perché il suo sapore è abbastanza neutro.

Ingredienti

300 gr di farina
150 gr di acqua (opp. 120 gr di acqua e 30 gr di vino bianco)
30 gr di olio
3 pizzichi di sale
Olio per spennellare

Preparazione
Impastare tutti gli ingredienti 2 min./vel. spiga, fino ad ottenere una pasta omogenea, avvolgere con una pellicola e mettere in frigo per almeno mezz’ora.

Stendere la pasta con la macchina sfogliatrice e renderla più sottile possibile, tagliarla nelle forme desiderate, spennellare con olio e cuocere in forno a 200° per almeno 10’ .
A me piace quando il suo colore è tendente al marroncino, ma fare attenzione che non bruci.

Facendola cuocere in un contenitore adatto coperto di carta da forno, si possono ottenere piccoli cestini.



3 commenti:

Federica ha detto...

questa me la segno!!! mi piace!!! ciaoooo

J ha detto...

wow, ma dolci intendi che si può usare come base per le crostate? !

bruchina ha detto...

ma no!!!
la base della crostata è consistente, questa sfoglia è sottilissima e friabilissima, gli puoi dare la forma di coppetta e riempirla di gelato ma solo al momento di servirla altrimenti perde la friabilità, oppure per uno strudel
ciao!!!